Ma tu vivi fuori dal mondo !!!

E’ una frase che mi sono sentito ripetere spesso da quando, circa 6 anni fa, ho scelto di non guardare più la televisione (l’ho proprio tolta da casa), di non leggere più nessun tipo di giornale/rivista e di ridurre di molto anche la lettura di libri (di cui, una volta, andavo ghiotto :-) )

E’ vero, sono assolutamente disinformato di quello che succede “nel mondo” e questo, soprattutto all’inizio della mia “disinformazione-volontaria”, mi ha fatto un pò paura poi, però, dopo un buon periodo di “astinenza”, è come se una parte di me si fosse pulita da molti pensieri lasciando il posto a dei nuovi.

Quando ero bambino il mondo non lo vivevo … lo creavo … ed era bello. Era ricco di nuove scoperte, di nuovi orizzonti … era ricco di sogni.

Vivevo molti momenti di silenzio … ma non di un silenzio triste o malinconico … no … era un silenzio ricco di odori di alberi e resina, del mio cane Lillo che mi accompagnava nelle mie avventure, dell’aria prima di un temporale …

Sono convinto che attiriamo le persone che sono sulla nostra stessa “frequenza” e, infatti, anche la mia compagna è “volontariamente disinformata” ;-)

Dalla nostra esperienza personale e di coppia senza TV e giornali, abbiamo tratto un grande giovamento in termini di serenità emotiva e, per questo motivo, nelle nostre conferenze diciamo che il primo “passo pratico” per iniziare il percorso Thaatt è proprio quello di spegnere questi canali informativi in modo da riattivarne degli altri … più sottili, meno invasivi e, soprattutto, più “veri” perchè non ci riportano notizie raccontate da altri ma ci aprono il cuore alla voce del nostro bambino interiore.

All’immagine che ho scelto per questo post sono particolarmente affezionato … mi ricorda la mia infanzia.

Da 6 anni ho ricominciato a camminare per tornarci :-)

Un abbraccio

Rob

Facebook0Twitter0EmailPinterest0Google+1